Cosa sono gli avannotti

Lug 29, 2021 | Blog

Cosa sono gli avannotti?

Con il termine avannotto si intende indicare i pesci appena nati, dal momento in cui assumono le sembianze dell’adulto, una volta superata la fase larvale. Il termine, nonostante venga utilizzato prevalentemente per indicare i pesci di acqua dolce, può essere riferito anche a piccoli pesci di acqua salata.

Come si riproducono i pesci?

I pesci si riproducono generalmente attraverso tre diverse modalità. In base alle caratteristiche della specie considerata si possono distinguere pesci ovipari, vivipari ed ovovivipari. 

Nella riproduzione ovipara, quella più comune (es. spigola ed orata), la fecondazione avviene all’esterno del pesce. Le  uova infatti  vengono liberate direttamente nell’acqua dalla femmina e raggiunte dal liquido seminale del maschio che le feconda. Ciò naturalmente comporta dei rischi poiché espone le uova a pericoli esterni, non soltanto da parte di altri pesci, ma anche di eventi naturali come improvvisi cambiamenti di temperatura o di correnti. Alcuni pesci infatti dopo l’accoppiamento abbandonano le uova alla corrente, altri costruiscono un nido o le ricoprono di sedimenti. Solo poche specie adottano delle cure parentali proteggendo il nido o i giovani avannotti.

Nella riproduzione vivipara invece, gli embrioni si sviluppano all’interno della femmina. Alla fine della gestazione, solitamente di circa un mese, gli avannotti nati sono già in grado di nuotare.

I pesci ovovipari sono simili alle specie vivipare, poiché ancora una volta si ha una fecondazione interna, però dopo il rapporto sessuale la femmina depone le uova all’interno del suo corpo e i giovani maturano internamente all’uovo nutrendosi degli elementi che costituiscono l’uovo stesso ed uscendo all’esterno quando le uova si schiudono (es. alcuni squali).  

La maggior parte delle specie di pesci presenta sessi separati, sono quindi presenti maschi e femmine però alcune specie sono ermafrodite. L’ermafroditismo può essere sincrono, in cui le gonadi maschili e femminili si sviluppano contemporaneamente e in casi rarissimi è possibile l’autofecondazione, mentre in altri pesci le gonadi si sviluppano in tempi successivi (ermafroditismo sequenziale) e avviene l’inversione sessuale. Se il pesce nasce maschio e si trasforma successivamente in femmina, si ha la proterandria (es. orata), se avviene il contrario si ha la proteroginia (cernia).

 

 

Dove vengono cresciuti gli avannotti?

Gli avannotti crescono nelle avannotterie: apposite strutture costituite da grandi vasche all’interno delle quali vengono controllate luci e temperatura.

Dopo la riproduzione, che avviene in specifiche vasche all’interno delle quali i pesci possono deporre uova e fecondarle senza subire stress esterni, le larve, i futuri piccoli avannotti, vengono spostate in atre vasche, dove i pesci trascorrono le prime fasi di sviluppo. Attraverso un rigido e attento controllo per garantire le più ottimali condizioni ambientali, gli avannotti crescono fino al raggiungimento delle dimensioni idonee (30 g circa) e vengono trasferimenti in mare nelle gabbie galleggianti dove possono completare il loro processo di crescita.