Seleziona una pagina

Spigola

[vc_row row_overlay=”” css=”.vc_custom_1506328627974{background-image: url(http://www.gruppodelpesce.com/wp-content/uploads/2017/09/50-mercato-mediterraneo.jpg?id=478) !important;background-position: center !important;background-repeat: no-repeat !important;background-size: cover !important;}”][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_custom_heading text=”SPIGOLA” font_container=”tag:h2|text_align:center|color:%23ffffff” use_theme_fonts=”yes”][vc_empty_space height=”70px”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_single_image image=”284″ img_size=”full” alignment=”center”][/vc_column][/vc_row][vc_row row_width=”wrap-boxed” row_overlay=””][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]La spigola (Dicentrarchus labrax) appartiene alla famiglia dei Moronidi e si trova in natura nell’Oceano Atlantico, nel Mediterraneo e nel Mar Nero.
La riproduzione nell’area mediterranea avviene tra gennaio e marzo e la differenziazione sessuale si verifica entro i primi 60 giorni di vita, con il maschio che raggiunge la maturità sessuale tra i 20 e i 30 cm di lunghezza (300 gr) e la femmina tra i 30 e i 40 cm (500/600 gr).
A partire dalla metà degli anni ’80 si diffondono le prime avannotterie.

Come per l’orata la disponibilità di giovanili ha aperto la strada all’acquacoltura intensiva della spigola. L’Italia e la Francia sono state in tal senso protagoniste e pioniere e ancora oggi la loro esperienza è un riferimento per tutti quei paesi, principalmente nell’area del mediterraneo, che vogliono incrementare la produzione di questa specie.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Tra i più importanti produttori figurano la Grecia, la Turchia, l’Italia, la Spagna, la Croazia e la Francia ma il mercato di riferimento è indiscutibilmente quello italiano dove il trend produttivo ha fatto registrare un crescendo favorito anche dall’ampia diffusione dell’allevamento in gabbie in mare aperto.
Nonostante un accennato rallentamento della produzione, la spigola resta uno dei principali prodotti ittici allevati e consumati in Italia.
Sul fronte delle importazioni si registra, nel periodo Gennaio-Luglio 2013, una leggera riduzione della quantità acquistata presso i mercati esteri pari allo 0,8% (-8,9% in valore), che ha comportato un seppur lieve miglioramento del deficit della bilancia commerciale per la spigola.
Anche in questo caso Grecia e Turchia sono i principali fornitori del mercato italiana anche se sorprendente è la performance fatta registrare negli ultimi anni dalla Croazia che nel solo 2011 ha incrementato il volume d’affari con l’Italia del 54.3%, confermandosi un concorrente pericoloso per le realtà aziendali del nostro paese.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column][vc_btn title=”Scopri come cucinare la spigola” style=”flat” shape=”square” align=”center” link=”url:http%3A%2F%2Fwww.gruppodelpesce.com%2Fricette%2F|||”][vc_empty_space height=”70px”][/vc_column][/vc_row][vc_row row_overlay=”” el_class=”ondine”][vc_column][vc_empty_space height=”30px”][/vc_column][/vc_row]